Talete Mammagym

Sono davvero tanti i buoni motivi per fare ginnastica in piscina durante i nove mesi di attesa. Eccone alcuni:

 

– l più evidente è che si avverte una straordinaria sensazione di leggerezzae anche quando il pancione diventa davvero voluminoso, il suo peso in acqua viene praticamente azzerato, con grande sollievo soprattutto per schiena e gambe, che alla fine dell’attesa sono particolarmente gravate dall’aumento ponderale.

 

– Per lo stesso motivo, muoversi in acqua consente di attenuare l’iperlordosi, ossia la curvatura della colonna a livello lombare, che con la crescita del pancione tende spontaneamente ad accentuarsi, alleviando o prevenendo un fastidio tipico degli ultimi mesi qual è il mal di schiena.

 

– A questo si aggiunge il massaggio esercitato dall’acqua calda a 33°, che favorisce la circolazione superficiale degli arti inferiori, che sono una delle zone più soggette a ristagno venoso e linfatico.

  • Inoltre, fare ginnastica in piscina aumenta il tono muscolaree la resistenza allo sforzo e questo consente al corpo non solo di adattarsi meglio alle modificazioni della gravidanza, ma soprattutto di arrivare nelle condizioni ottimali al parto, una delle performance fisiche più impegnative nella vita di una donna.

 

– Al tempo stesso si tratta di un’attività molto rilassante: la temperatura dell’acqua nelle vasche dedicate alle lezioni per gestanti è sempre più calda – intorno ai 32-33° – rispetto a quella che si trova solitamente in piscina (che si aggira sui 25-26°) e questo favorisce il rilassamento muscolare, che facilita il relax anche da un punto di vista psicologico.

 

– Il movimento particolarmente piacevole che si pratica nell’acqua attiva la produzione di endorfine, che caricano la mamma di emozioni positive che vengono trasmesse al bebè.

 

Ostetrica: Veronica Vannucci

Giorni e orari:

Utenti in vasca: max 6