Tendinopatia della zampa d’oca

Tendinopatia della zampa d’oca

La TENDINOPATIA della ZAMPA D’ OCA è un infiammazione che provoca un dolore simile a bruciore sulla faccia antero mediale del ginocchio poco più in basso della rotula e può essere provocato anche alla palpazione.

Con il termine zampa d’oca ci si riferisce ad un infiammazione che colpisce il punto inserzionale del tendine comune dei muscoli SARTORIO, GRACILE e SEMITENDINOSO che insieme formano la cosiddetta zampa d’oca. Questa struttura si trova nella parte anteriore mediale del ginocchio accanto alla porzione tibiale dell’articolazione. Questì tre muscoli e i loro tendini, che formano la zampa d’oca, hanno la funzione di:

  • stabilizzare il ginocchio,
  • flettere la gamba indietro sulla coscia, e
  • permettere movimenti di rotazione interna (intrarotazione) della gamba e quindi di accavallare le gambe.

A livello Patologico???

Per quanto riguarda la patologia possiamo dire che nella maggior parte dei casi è caratterizzata da sovraccarico funzionale e quindi da piccoli traumi ripetuti nel tempo soprattutto legati ad attività sportive come corsa, bici e step.

Quali sono i fattori scatenanti??

I fattori che possono causare la tendinopatia della zampa d’oca sono:

  • Sesso femminile:  in quanto il valgismo delle ginocchia è più marcato

  • Valgismo delle ginocchia:  determina una maggiore tensione delle strutture mediali del ginocchio e quindi stress continuo

  • Piede piatto:  che è associato ad un ginocchio valgo può accentuare la problematica

  • Sovrappeso:  in quanto determina ulteriore sovraccarico sulle ginocchia

  • Ipotonotrofia o contratture del quadricipite:  essendo il muscolo principale che stabilizza il ginocchio insieme ad altri muscoli della coscia se non è in ottima condizione favorisce sovraccarico funzionale sulle strutture vicine e sul ginocchio

  • Artrosi:  riduzione e alterazione del movimento provocano stress delle strutture periarticolari

Come si manifesta??

Nelle fasi iniziali la tendinopatia della zampa d’oca si presenta con dolore al movimento che impedisce allo sportivo di proseguire e quindi gli impone di fermarsi durante l’attività fisica. Il dolore si può presentare sia durante il gesto sportivo in completa estensione del ginocchio ma anche dopo un periodo di riposo prolungato ed immobilizzazione del ginocchio.

Raramente oltre al dolore possono comparire altri segni di infiammazione come gonfiore e calore ma non si presentano segni di sofferenza articolare.

Nelle fasi più avanzate invece l’infiammazione del tendine si associa all’infiammazione della borsa sinoviale, ovvero borsite della zampa d’oca, che è posta al di sotto dei tendini di questa struttura e in questa fase il dolore può comparire anche a riposo e di notte.

Come si fa la diagnosi??

La diagnosi è possibile grazie ad una valutazione clinica ed è necessaria per escludere la presenza di patologie articolari che potrebbero avere sintomi simili come lesioni meniscali della faccia mediale del ginocchio o edema osseo a strutture tibiali e femorali.
Può aiutare la diagnosi una è semplice ecografia.

Trattamento

Il trattamento è conservativo; per risolvere l’infiammazione della zampa d’oca è necessario un periodo di riposo dall’attività fisica e applicare per circa 10-15 minuti, più volte al giorno, del ghiaccio ed è inoltre possibile applicare creme o gel ad azione antinfiammatoria. Quando il dolore non passa è possibile utilizzare terapie fisiche come:

  • laserterapia
  • tecarterapia
  • ipertermia
  • game ready
  • enf (elettro neuro terapia a retroazione)

abbinandoci massaggi di scarico della muscolatura della coscia ed esercizi di stretching personalizzati per eliminare il sovraccarico muscolare.

E’ poi importante ed indicato per evitare una ricomparsa della tendinopatia alla zampa d’oca un analisi posturale e un lavoro di potenziamento degli arti inferiori.

No Comments

Post A Comment