Covid e attività fisica

Covid e attività fisica

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) consiglia di dedicare all’attività fisica almeno 20 minuti al giorno: infatti le linee guida internazionali ci dicono che 150-300 minuti a settimana rappresentano la quantità fisica ottimale per mantenere uno stile di vita sano e corretto. Si parla di stile di vita perchè un’attività fisica adeguata e svolta in maniera costante non ci aiuta solo a smaltire i chili di troppo che potremmo aver accumulato in quarantena, ma ha anche altri benefici su tutto il nostro organismo: aumenta le difese immunitarie , riduce stress ed ansia , migliora la qualità del sonno , riduce il rischio di sviluppare certe patologie (malattie coronariche, diabete, ipertensione, ictus), previene il mal di schiena e altri disturbi muscolo-scheletrici.


Tuttavia la pandemia di coronavirus (COVID-19) può aver reso difficile ciò. Con questo articolo proviamo a darti qualche suggerimento.


Cosa possiamo fare?
Prima di tutto cominciamo da ciò che è possibile fare tra le mura domestiche. Non è per forza necessario avere dell’attrezzatura specifica, per muoversi basta poco . Ad esempio è possibile fare: ginnastica a corpo libero, corsa sul posto, addominali, flessioni sulle braccia, allenarsi con l’ausilio di oggetti (sedia, bottiglie d’acqua), cyclette, e perchè no, anche ballare!
In questo nostro articolo abbiamo riportato alcuni semplici esercizi che possono aiutarti a mantenerti attivo anche in casa.
Fare attività fisica dovrebbe essere un piacere , per cui scegli un’attività che sia in linea con le tue possibilità e i tuoi gusti.

Un ultimo consiglio per quando potremo finalmente tornare a fare sport all’aperto …
Dal momento che verremo da un lungo periodo di inattività evita di partire con sessioni troppo lunghe o stancanti; non cercare di fare tutto e subito , è vero che il nostro corpo è in grado di sopportare grande carichi, ma ha bisogno di tempo per abituarsi .


Se invece sei un tipo sportivo non avrai certo ceduto al divano e sarai riuscito a trovare un modo per allenarti anche in casa. Tuttavia quando tornerai a praticare la tua attività (corsa o qualsiasi altro sport) per ridurre il rischio di incorrere in un infortunio aumenta l’intensità gradualmente nell’arco di settimane e non in maniera drastica. Se ad esempio prima della
quarantena correvi 10 km, non raggiungere questo risultato immediatamente, ma con un miglioramento costante per ridurre al minimo il rischio di problemi a tendini o articolazioni.

A cura di:

Eleonora Soldani, FT
● Fisioterapista dei disordini muscolo-scheletrici

Linkedin

No Comments

Post A Comment