Artrosi dell’anca

Artrosi dell’anca

L’artrosi dell’anca o la coxartrosi non è altro che un conflitto femoroacetabolare cronico che porta ad un peggioramento progressivo della cartilagine articolare che costituisce l’articolazione e quindi l’anca.
Diverse sono le tipologie:
idiopatico- primitiva tipica dell’età avanzata, solitamente dai 65 anni in poi, è conseguenza di degenerazione del rivestimento cartilagineo che poi va a coinvolgere il tessuto circostante ed infine l’osso.
secondaria con insorgenza anticipata causata da traumi, fratture o
malformazioni congenite o a patologie subentrate nella giovane età o
ancora conseguenza di malattie metaboliche e artritiche.
Il sintomo principale è il dolore che ha insorgenza sorda con la fatica e con la ripresa del movimento, spesso questo dolore non viene preso in considerazione e può portare a limitazione funzionale durante la deambulazione. Il dolore si può percepire in una di queste tre regioni a livello di
inguine
gluteo
trocantere
quindi è importante se avverti fastidio o dolore in una di queste tre regioni non esitare rivolgiti ad uno specialista o vieni nel nostro centro ti aiuteremo nel tuo percorso anche perché altre patologie possono dare sintomi simili quindi sarà importante eseguire un esame clinico e un esame radiografico che mostreranno il problema ed eventualmente il processo patologico.
Nei casi gravi di artrosi dell’anca, quanto i sintomi diventano invalidanti è
opportuno prendere in considerazione l’intervento chirurgico di protesi d’anca.
Cosa può fare la fisioterapia per te??? direi tanto se non moltissimo in quanto può ridurre la sintomatologia dolorosa e migliorare la mobilità articolare e questo si può ottenere integrando un lavoro multidisciplinare tra cui:
terapia manuale,
idrokinesiterapia
terapia fisica e
un programma di esercizi
La terapia manuale consiste in diverse tecniche manuali al fine di migliorare la funzionalità articolare delle strutture, soprattutto l’articolazione femoroacetabolare.
Tra le varie metodiche ci sono i pompage il mulligan concept e i
massaggi profondi.

L’idrokinesiterpia : la riabilitazione dell’anca in piscina è un’ulteriore aiuto in quanto ti permette di poter preparare un percorso riabilitativo rivolto al rinforzo muscolare, al recupero articolare e al training deambulatorio senza correre il rischio di sovraccaricare l’articolazione.
Per quanto riguarda la terapia fisica ci sono diversi strumenti a disposizione:
ultrasuoni, tecarterapia, ipertermia, laserterapia e le correnti antalgiche.
L’obiettivo di questi strumenti è quello di generare un effetto biostimolante che serve a far diminuire l’ infiammazione e il dolore.
Mentre il programma di esercizi è mirato, specifico ad personam, che ha come obiettivo di migliorare la forza dei muscoli che fanno parte di questa
articolazione e di recuperare un buon controllo motorio, l’equilibrio e la
propriocettività.
Fondamentale al fine di un ottima riuscita del ciclo terapeutico per la gestione dell’artrosi dell’anca è quello di svolgere un’adeguata attività fisica avere un peso idoneo e quindi un corretto stile di vita.

Sara Costabile, FKT

  • Terapia manuale: Mulligan Concept
  • Pilates applicato alla riabilitazione del rachide
  • Massaggio di base e sportivo
  • Taping drenante e propriocettivo
  • Idrokinesiterapia

Linkedin

No Comments

Post A Comment