LA FORZA DELL’ACQUA…..di TALETE SPACE

 Perchè terapia in acqua?

 

Molte delle più comuni e fastidiose problematiche che bene o male tutti almeno una volta nella vita ci troviamo a dover combattere possono essere meglio curate e trattate con un percorso di Idrokinesiterapia.

Cosi come dice la parola  stessa  il movimento in acqua  è una terapia! Ovviamente alla base vi sono evidenze scientifiche che supportano e guidano tale percorso; ragion per cui le conoscenze e la formazione di un Idrokinesiterapista devono essere altissime e riconosciute.

Attenzione! Perchè non sono solo la professionalità e la “qualità del terapista” a dover essere tenute in considerazione quando si inizia un persorso di cura e di raggiungiemnto del benessere in acqua…

NON tutte le piscine sono adatte a questo tipo di lavoro e percorso; la piscina o vasca  DEVE necessariamente rispondere a determinati requisiti essenziali quali la temperatura costante (33-34°), un ‘altezza che sia variabile ma che permetta di svolgere in sicurezza ed autonomia particolari esercizi, un idromassaggio terapeutico da inserire sempre alla fine di ogni seduta, un corrimano lungo tutto il perimetro della piscina ed un ‘ambiente caldo che dia una sensazione di benessere fondamentale per il raggiungiemento di una totale guarigione.

 

 

Cosa posso curare in acqua?

In realtà non possiamo dire che esista un limite dei campi di applicazione dell’Idrokinesiterapia quando si parla di patologie o problematiche muscolo-scheletriche. Sulla base dell’evidenza scientifica e sull’esperienza quotidiana possiamo affermare senza dubbio che il trattamento in acqua di problematiche quali mal di schiena, artrosi degenerative, tendiniti, lesioni muscolari nonché tutte le fasi post operatorie rappresenti il non plus ultra del percorso fisioterapico- riabilitativo.



…..alcune testimonianze dei nostri pazienti…….

Avevo provato per più e più volte a trattare il mio mal di schiena lombare con farmaci e palestra, ma con scarso risultato..anzi.. Qui a Talete ho trovato il posto giusto per le  mie esigenze ed una volta provato il trattamento in acqua ne ho subito avvertito il beneficio per la mia schiena.”

Luisa 58 anni, impiegata.

“ ho subito un intervento al ginocchio  di ricostruzione al crociato anteriore. Dopo la prima fase prevalentemente passiva ho iniziato il percorso riabilitativo in vasca . Ad oggi, a 3 mesi dall’intervento, continuo con le mie sedute in acqua e posso affermare con convinzione che sia una metodica davvero efficacie”

Mario, 29 anni, calciatore (..amatoriale)

“a seguito di una frattura della spalla sono andata incontro ad una capsulite adesiva, detta anche spalla congelata, una patologia che mi ha limitato in maniera enorme sia nella vita quotidiana che sul lavoro. Grazie però al lavoro mirato fatto in acqua calda sono riuscita a raggiungere un livello di benessere davvero soddisfacente”

Arianna, impiegata 44anni

 

No Comments

Post A Comment